W3C

W3C pubblica uno Standard Open per descrivere le politiche Web Service

Il policy layer rende disponibili i benefici di un'architettura estensibile

Contatti America e Australia --
Janet Daly, <janet@w3.org>, +1.617.253.5884 o +1.617.253.2613
Contatti Europa, Africa e Medio Oriente --
Marie-Claire Forgue, <mcf@w3.org>, +33.492.38.75.94
Contatti Asia --
Yasuyuki Hirakawa <chibao@w3.org>, +81.466.49.1170

(disponibile in Inglese, Francese, Giapponese, e tradotta in altre lingue )



http://www.w3.org/ -- 4 settembre 2007 -- Il consorzio World Wide Web ha pubblicato oggi uno standard essenziale per estendere le caratteristiche dei Web service e le applicazioni Service Oriented Architecture (SOA). Costruita sui fondamentali standard Web service open del W3C, la Web Services Policy permette agli sviluppatori di fare fronte alle richieste di transazioni sicure, messaging affidabile, indirizzamento dei metadati ed altri piani d'azione, in modo modulare. Con Web Services Policy 1.5, gli sviluppatori SOA possono migliorare le estensioni per un servizio senza interruzioni o richiedere cambiamenti alle descrizioni dei servizi di più basso livello. Le estensioni stesse (che consistono nelle "asserzioni di politica") sono definite da altre specifiche.

Web Service Policy 1.5 è è basata su esigenze ed esperienze aziendali

Anni di customer experience con le applicazioni di Web service commerciali hanno mostrato in modo chiaro quanto grande sia la necessità di un approccio modulare per descrivere le estensioni, sia base che opzionali, utilizzate da un servizio. Senza queste capacità diventa troppo costoso dover riprogettare interamente un servizio ogni volta che cambino le esigenze applicative. Services Policy 1.5 può ridurre questo costo. Connette infatti il nucleo degli standard Web service -- SOAP 1.2, WSDL 2.0, e XML Schema - ad un crescente insieme di estensioni, che riflettono i bisogni e l'esperienza aziendale.

IlW3C Web Services Policy Working Group ha invitato gli implementatori a dimostrare l'interoperabilità analizzando il software in relazione alla test suite del gruppo. Dieci implementazioni di Web Services Policy 1.5 hanno contribuito a confermare la maturità della specifica. I test si sono concentrati sulle asserzioni di sicurezza, uno dei casi d'uso più importante citato dalle aziende.

La gestione dei metadati, altro caso d'uso, è uno degli obiettivi primari del WS-Addressing Working Group. I due W3C Working Group hanno collaborato per assicurare che la specifica Addressing Metadata sia allineata con il policy framework.

Il W3C Web Services Policy Working Group ha richiesto anche numerose revisioni da parte dei molti OASIS Web Services Technical Committees (UDDI, WS-RX, WS-TX, and WS-SX) per garantire che Web Services Policy 1.5 sia in grado di soddisfare i loro casi d'uso.

Il Web Services Working Group riunisce le industrie leader

Il Web Services Policy Working Group riunisce le maggiori industrie leader legate allo sviluppo di software come: Adobe Systems Inc; Axway Software; BEA Systems, Inc; CA; Fujitsu Limited; IBM; IONA Technologies, Inc.; JBoss Inc.; Layer 7 Technologies; Microsoft Corporation; Nokia; Nortel Networks; Oracle Corporation; SAP AG; Sonic Software; Sun Microsystems, Inc.; webMethods, Inc.; e WSO2.

Molti dei partecipanti al gruppo si sono impegnati per supportare la specifica nei loro prodotti, come indicato nella pagina dei testimonial.

Il World Wide Web Consortium [W3C]

Il World Wide Web Consortium (W3C) è un consorzio industriale internazionale in cui i membri, uno staff a tempo pieno e il pubblico lavorano congiuntamente per sviluppare gli standard Web. Il W3C persegue la sua missione essenzialmente mediante la creazione di standard Web e linee guida progettate per assicurare la crescita a lungo termine del Web. Oltre 400 organizzazioni sono Membri del Consorzio. Il W3C è guidato congiuntamente dal MIT Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (MIT CSAIL) negli USA, European Research Consortium for Informatics and Mathematics (ERCIM) con sede amministrativa in Francia e Keio University in Giappone, ed ha Uffici in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni: http://www.w3.org/