W3C

W3C ed OASIS pubblicano insieme un nuovo standard Web per la grafica industriale

WebCGM 2.0 beneficia delle competenze derivanti dalla cooperazione

W3C
Contatti America e Australia --
Janet Daly, <janet@w3.org>, +1.617.253.5884 o +1.617.253.2613
Contatti Europa, Africa e Medio Oriente --
Marie-Claire Forgue, <mcf@w3.org>, +33.492.38.75.94
Contatti Asia --
Yasuyuki Hirakawa <chibao@w3.org>, +81.466.49.1170
OASIS
Contatti --
Carol Geyer, <carol.geyer@oasis-open.org> +1.978.667.5115 o +1.978.284.0403

(disponibile in Inglese, Francese, Giapponese, e tradotta in altre lingue )



http://www.w3.org/ -- 30 gennaio 2007 -- Oggi W3C ed OASIS hanno pubblicato WebCGM 2.0, un nuovo standard industriale per illustrazioni tecniche in documenti elettronici. WebCGM, utilizzato ampiamente nella difesa, nell'aviazione, nell'architettura e nelle industrie di trasporto, ha raggiunto nuovi livelli di interoperabilità, grazie a questo sforzo congiunto tra OASIS e W3C.

"Oggi, i progettisti industriali raccolgono i vantaggi del lavoro cooperativo tra W3C e OASIS", ha annunciato il Dott. Steve Bratt, CEO di W3C. "Quando le comunità di sviluppatori e progettisti hanno richiesto nuove caratteristiche e miglioramenti in questa tecnologia critica, le nostre organizzazioni hanno combinato gli sforzi e la competenza, ed hanno prodotto WebCGM 2.0".

"WebCGM è la prova dei benefici che si possono conseguire, quando le organizzazioni produttrici di standard lavorano insieme per il bene del mercato", ha dichiarato Patrick Gannon, presidente e CEO di OASIS. "Il risultato di questa collaborazione tra OASIS e W3C è un singolo standard open per CGM sul Web, che è stato approvato dalla membership di entrambe le nostre organizzazioni". "Gli implementatori in tutto il mondo, possono adottare WebCGM con fiducia".

WebCGM fornisce una grafica Web per l'ambito industriale

Computer Graphics Metafile o CGM, è lo standard ISO per un formato di grafica strutturato ad albero e binario, che è stato adottato soprattutto dall'industria tecnica (difesa, aviazione, trasporto, ecc..), per l'illustrazione tecnica in documenti elettronici. Dato che il Web è nato come ambiente per condividere e creare documenti, è diventato evidente che il modo migliore per utilizzare CGM sul Web doveva essere chiarito, in particolare l'interattività dei collegamenti ipertesto e degli hotspot.

WebCGM trova una significativa applicazione specialmente in illustrazione tecnica, documentazione elettronica e visualizzazione di dati geofisici. Unifica approcci potenzialmente vari di utilizzo CGM in applicazioni di documenti Web, e quindi rappresenta un accordo di interoperabilità significativo tra i principali utenti e realizzatori dello standard ISO CGM.

OASIS e W3C lavorano insieme per costruire WebCGM 2.0

W3C ha pubblicato la prima Recommendation WebCGM, versione 1.0, nel 1999. CGM Open, gruppo indipendente creato per promuovere l'adozione di WebCGM, è stato incorporato in OASIS non molto dopo. Dato che gli utenti hanno iniziato a richiedere più caratteristiche e miglioramenti, è diventato evidente che c'erano, sia l'interesse, che il sostegno, per WebCGM 2.0. Per dare inizio, formalmente a questa attività, OASIS e W3C hanno firmato un Memorandum of Understanding, rendendo possibile che entrambe le organizzazioni lavorassero insieme alla creazione di un nuovo standard. Ciò ha permesso anche una migliore partecipazione da parte di entrambi: l'OASIS WebCGM Technical Committee e il WebCGM Working Group del W3C.

WebCGM 2.0 fornisce una nuova API e raggiunge gli obiettivi prefissati

WebCGM 2.0 aggiunge una specifica DOM (API) per l'accesso programmatico a oggetti WebCGM e una specifica per l'architettura XML Companion File (XCF), per l'esternalizzazione di metadati non grafici. WebCGM 2.0 si basa ed anche estende il contenuto grafico e intelligente di WebCGM 1.0. I criteri di progettazione per WebCGM mirano a un equilibrio tra potenziale grafico-espressivo da una parte, e semplicità e implementabilità dall'altra. Un piccolo, ma potente set di metadati standardizzati sostiene le funzionalità di iperlinking e la navigazione del documento, la strutturazione dell'immagine e il layering, e permette la ricerca e la query di contenuto dell'immagine WebCGM.

WebCGM 2.0 è stato approvato come Standard OASIS e come Recommendation W3C, raggiungendo il livello più alto di ratifica, all'interno di entrambe le organizzazioni.

OASIS

OASIS (Organizzazione per l'Avanzamento di Standard di Informazioni Strutturate) è un consorzio internazionale no profit, che guida lo sviluppo, la convergenza e l'adozione di standard e-business. I membri stessi decidono il programma tecnico di OASIS, utilizzando un processo leggero ed aperto, appositamente progettato per promuovere il consenso dell'industria e unire gli sforzi più disparati. Il consorzio produce standard open per servizi Web, sicurezza, e-business, e sforzi di standardizzazione nel settore pubblico, così come per mercati di applicazioni specifiche. Fondata nel 1993, OASIS raccoglie più di 5.000 partecipanti, che rappresentano le oltre 600 organizzazioni e singoli membri in 100 paesi. Per maggiori informazioni consultare la pagina: http://www.oasis-open.org

Il World Wide Web Consortium [W3C]

Il World Wide Web Consortium (W3C) è un consorzio industriale internazionale in cui i membri, uno staff a tempo pieno e il pubblico lavorano congiuntamente per sviluppare gli standard Web. Il W3C persegue la sua missione essenzialmente mediante la creazione di standard Web e linee guida progettate per assicurare la crescita a lungo termine del Web. Oltre 400 organizzazioni sono Membri del Consorzio. Il W3C è guidato congiuntamente dal MIT Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) negli USA, European Research Consortium for Informatics and Mathematics (ERCIM) con sede amministrativa in Francia e Keio University in Giappone, ed ha Uffici in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni: http://www.w3.org/