W3C

W3C migliora il supporto per la sintesi vocale dei linguaggi del mondo

Pubblicato il primo draft di SSML 1.1, il Workshop in India apporterà ulteriori miglioramenti

Contatti America e Australia --
Janet Daly, <janet@w3.org>, +1.617.253.5884 o +1.617.253.2613
Contatti Europa, Africa e Medio Oriente --
Marie-Claire Forgue, <mcf@w3.org>, +33.492.38.75.94
Contatti Asia --
Yasuyuki Hirakawa <chibao@w3.org>, +81.466.49.1170

(disponibile in Inglese, Francese, Giapponese, e tradotta in altre lingue )



http://www.w3.org/ -- 10 gennaio 2007 -- Oggi, W3C ha compiuto passi in avanti nell'ampliamento del supporto per le lingue del mondo nelle applicazioni vocali sul Web. Questo First Public Working Draft di Speech Synthesis Markup Language (SSML) 1.1 incorpora importanti caratteristiche e il feedback dai Workshop SSML tenutisi a Pechino, Cina ed Heraklion, Grecia. Il 13 e 14 gennaio 2007, W3C tiene un terzo Workshop su SSML, ospitato da Software Bhrigus e dall'Istituto Internazionale della tecnologia informatica (IIIT) in Hyderabad, India. Questo Workshop promette revisioni più complete e contributi a SSML, parte di Speech Interface Framework del W3C, suite di specifiche per costruire applicazioni vocali sul Web.

Crescono le applicazioni vocali sul Web

Si prevede che entro tre anni, il World Wide Web conterrà significativamente più contenuti provenienti da famiglie di lingue cinesi e indiane, di altri. In molte delle regioni dove queste lingue sono parlate, le persone possono accedere al Web più facilmente attraverso un telefono cellulare, meno costoso, che attraverso un computer desktop. Oggi nel mondo ci sono telefoni cellulari in numero dieci volte maggiore rispetto ai personal computer connessi ad Internet. Con SSML migliorato, le persone in tutto il mondo avranno un aumento di capacità nell'ascoltare la sintetizzazione vocale attraverso telefoni mobili, computer desktop e altri dispositivi, estendendo la capacità di elaborazione di calcolo e di informazioni, in quasi ogni angolo del globo.

SSML 1.1 riunisce insieme il supporto necessario ad una grande varietà di linguaggi parlati

SSML 1.1 migliora la SSML 1.0 Recommendation di W3C, aggiungendo il supporto per maggiori convenzioni e modi di dire delle lingue del mondo. Una nuova caratteristica aiuta a disambiguare i "confini di parola" in quelle lingue che non usano gli spazi per delimitare le parole, tra cui cinese, tailandese e giapponese. SSML 1.1 permette riferimenti ad alfabeti di pronuncia specifici della lingua. Chiarisce il rapporto fra lo specifico autore della voce parlante e la lingua parlata. Fornisce controllo "a grana fine" sull'attivazione del lessico e l'uso dei vocaboli.

Inoltre, SSML 1.1 fornisce caratteristiche per integrarsi meglio con le specifiche esistenti e imminenti di Speech Interface Framework.

I partecipanti al Workshop di Hyderabad focalizzeranno l'attenzione sulle famiglie di linguaggi Indiani, Arabi ed Ebraici

Il terzo Workshop SSML riunisce insieme esperti da India, Pakistan, ed altri paesi per identificare e mettere in ordine di priorità requisiti per estensioni e aggiunte SSML, che miglioreranno il suo uso per rendere la pronuncia delle lingue non inglesi tra cui, (ma non solo), arabo, ebraico, i linguaggi indiani Telugu, Hindi, Bengali, Punjabi, Gujarati e Urdu. Le priorità principali sul programma sono, descrivere nuovi requisiti, i loro scenari di utilizzo e i problemi da risolvere. I risultati prodotti da questo Workshop saranno esaminati dal W3C Voice Browser Working Group per aggiungere possibili nuove caratteristiche in SSML 1.1 ed oltre.

Il World Wide Web Consortium [W3C]

Il World Wide Web Consortium (W3C) è un consorzio industriale internazionale in cui i membri, uno staff a tempo pieno e il pubblico lavorano congiuntamente per sviluppare gli standard Web. Il W3C persegue la sua missione essenzialmente mediante la creazione di standard Web e linee guida progettate per assicurare la crescita a lungo termine del Web. Oltre 400 organizzazioni sono Membri del Consorzio. Il W3C è guidato congiuntamente dal MIT Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) negli USA, European Research Consortium for Informatics and Mathematics (ERCIM) con sede amministrativa in Francia e Keio University in Giappone, ed ha Uffici in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni: http://www.w3.org/